FoxCrime

Penny Dreadful continua con una nuova serie ambientata nel 1938

di -

Penny Dreadful torna in vità e sarà ambientata qualche anno dopo la serie originale, nella Los Angeles del 1938. Si intitolerà infatti Penny Dreadful: City of Angels.

3k condivisioni 0 commenti

Condividi

Deadline ha annunciato che il canale via cavo a pagamento Showtime ha dato luce verde alla produzione di una serie sequel della famosissima Penny Dreadful. Quest'ultima è stata un mix di grande successo tra il genere horror, il soprannaturale e lo steampunk. Ambientata nella Londra vittoriana di fine Ottocento, si è fatta strada nell'immaginario popolare omaggiando serie a fumetti come The League of Extraordinary Gentlemen di Alan Moore ovvero utilizzando forti richiami al fantastico d'antan e trovate ipertecnolgiche situate la passato.

Copertina de La Lega degli Straordinari GentlemenHDMagic Press/America's Best Comics
La Lega degli Straordinari Gentlemen di Alan Moore è fonte primaria d'ispirazione per Penny Dreadful

John Logan, creatore, showrunner, produttore esecutivo di Penny Dreadful, torna negli stessi ruoli per la serie sequel che s'intitolerà Penny Dreadful: City of Angels. Alla produzione esecutiva, si unisce a lui Michael Aguilar (Kidding) e la nuova serie TV comincerà il suo cammino nel 2019.

Erede spirituale della serie ambientata appunto nella Londra vittoriana, quella nuova restituirà una differente visione del mondo, nuovi personaggi e nuove trame. Comincia nella Los Angeles del 1938, un periodo e un posto profondamente infusi di folclore americano-messicano e forti tensioni sociali.

Radicata nel conflitto tra i personaggi devoti alla divinità Santa Muerte e altri alleati con il Diavolo, Penny Dreadful: City of Angels esplorerà un'eccitante miscela di soprannaturale e della realtà esplosiva di quel periodo, creando nuovi miti occulti e dilemmi morali all'interno di un genuino background storico. Logan ha dichiarato:

Penny Dreadful: City of Angels avrà una coscienza sociale e una consapevolezza storica che abbiamo scelto di non esplorare nel Penny Dreadful precedente. Adesso, invece, saremo immersi in un mondo reale con le sue specifiche storiche, politiche e i relativi problemi razziali. Nel 1938, Los Angeles dovette affrontare alcune questioni molto dure riguardanti il proprio futuro e la propria anima. I nostri personaggi deovono fare la stessa cosa, non ci sono risposte semplici. Ci sono soltanto domande potenti e sfide morali paralizzanti. Come sempre accade nel mondo di Penny Dreadful, non ci sono eroi o cattivi ma solo protagonisti e antagonisti ovvero personaggi complicati e conflittuali che vivono sul fulcro delle scelte morali.

Locandina promozionale di Penny Dreadful: City of AngelsHDShowtime
La rappresentazione della divinità Santa Muerte

Gary Levine, presidente della programmazione del palinsesto di Showtime Networks, ha aggiunto:

Siamo rimasti elettrizzati quando John Logan ci ha fatto visionare questa storia originale basata sulla mitologia di Penny Dreadful, che esplora sia lo spirito umano che quello del mondo qui in California. Penny Dreadful: City of Angels promette di essere una straordinaria saga incentrata sull'amore familiare che lotta contro i mostri che sono intorno e dentro di noi.

La serie originale Penny Dreadful ha debuttato su Showtime nel 2014 ed è terminata nel giugno 2016 dopo tre stagioni, con un colpo di scena finale sorprendente. Ha ricevuto 13 candidature ai premi Primetime così come una nomination ai Golden Globe per l'attrice principale, Eva Green. Ha vinto tre BAFTA Award. Pur perdendo un po' del fascino britannico dell'epoca vittoriana, di sicuro John Logan saprà gestire in modo sorprendente e inquietante i dilemmi morali, etici e sociali che flagellavano il mondo nel 1938.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.