FOX

Wim Wenders: con Papa Francesco ho fatto il mio primo film sui Supereroi

di -

Abbiamo incontrato Wim Wenders, il regista del documentario Papa Francesco - Un uomo di Parola, che ci ha raccontato come questo documentario sia a tutti gli effetti il suo primo film sui Supereroi

7 condivisioni 0 commenti

Condividi

Wim Wenders è stato chiamato a svolgere un compito non semplice, quello di portare la vita e le opere di Papa Francesco sul grande schermo, in documentario Papa Francesco - Un Uomo di Parola che ha un obiettivo fondamentale, quello di mostrare sua Santità da vicino. La scelta del regista è stata infatti quella di impostare tutte le interviste contenute nel documentario ponendo lo sguardo di Papa Francesco al centro, in modo tale che lo spettatore potesse guardare negli occhi il Papa:

Ho cercato di girare il documentario in modo che tutti quanti potessero condividere questo privilegio di guardarlo negli occhi. In questo modo lui ha guardato anche nei tuoi occhi, e tu hai potuto guardare nei suoi. Volevo condividere con il mondo il privilegio che ho avuto, quello di passare tanto tempo con Papa Francesco

A prescindere dal proprio credo religioso il lavoro di Wenders mostra il percorso personale di Papa Bergoglio, in cui gli ideali e il lavoro svolto a stretto contatto con i poveri e gli emarginati di tutto il mondo, una vocazione che ha sempre avuto ancor prima di diventare Pontefice.

Papa Francesco nel documentario di Wim WendersWim Wenders
Il poster di Papa Francesco: un uomo di parola di Wim Wenders

Papa Bergoglio: un Papa Supereroe

Quando scelse il nome di Francesco poi Wim Wenders ci racconta lo stupore e la preoccupazione che ha provato per lui. San Francesco è un Santo con cui è difficile confrontarsi, un radicale, un rivoluzionario che ha lasciato tutto per aiutare gli altri. Dall'incontro con il Pontefice però Wim Wenders ha compreso che Papa Francesco non ha nulla da temere, perchè ha coraggio da vendere e vive delle idee che predica, per questo è a tutti gli effetti un vero supereroe:

Per me è una sorta di supereroe Papa Francesco, perché in un tempo in cui tutti nostri "supereroi" politici da Trump a Putin, e tutti i politici in generale, non hanno più autorità, perché non crediamo più in quello che raccontano, e non hanno più una autorità morale di dirci qualsiasi cosa, in un momento così difficile l’unico supereroe che ci rimane è proprio Papa Francesco, perché lui vive di quello che predica, e quindi ha quella autorità morale di poter dire quello che dice. Con lui quindi ho fatto il mio primo film su i supereroi!

Il documentario ha partecipato allo scorso Festival di Cannes fuori concorso, ed è stato proiettato nelle sale italiane dal 4 al 7 ottobre. Non una semplice biografia dunque, ma un racconto personale e straordinario con Papa Francesco, che il regista racconta attraverso le sue idee e la volontà di confrontarsi con un mondo in cerca di risposte. 

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.