FoxCrime

Sin City: tutte le opere e i film ispirati al fumetto di Frank Miller

di -

Le atmosfere noir del fumetto di Frank Miller hanno ispirato produzioni del piccolo e grande schermo, coinvolgendo attori e registi attori di un certo spessore.

Bruce Willis in una scena del film di Sin City Dimension FIlms

16 condivisioni 0 commenti

Condividi

Era il 1991 quando sulla rivista antologica Dark Horse Presents appariva per la prima volta la serie di fumetti di Sin City. La creazione di Frank Miller parlava di una città, Basin City, in cui loschi figuri e donne fatali erano protagonisti di storie non strettamente legate tra di loro ma unite, allo stesso tempo, da un sottile intreccio sapientemente orchestrato.

Un’opera dalla forza narrativa ed estetica quale quella di Frank Miller non poteva rimanere limitata per molto tempo al solo ambito dei fumetti. A pochi anni dall'uscita dei primi volumi cartacei, infatti, Sin City è arrivato al grande pubblico del cinema, con due pellicole impreziosite da cast stellari che hanno saputo conquistare i favori degli appassionati.

Torniamo ancora una volta, allora, a Basin City, e riepiloghiamo tutte le varie trasposizioni dell’universo creato dal fumettista americano.

Fumetti

Un disegno tratto dal fumetto di Sin CityHDDark Horse

Basin City, ovvero la Sin City d’America. Bisogna proprio partire dalla città del peccato che si trova nello stato di Washington per cercare di capire il fascino dell’opera di Frank Miller. Un luogo che non perdona, spesso sferzato dalle piogge, e nato per sostenere la sfrenata corsa all’oro del XIX secolo. È in questo scenario che si muovono i personaggi creati dal fumettista, che non sono certo dei santi. Tra prostitute, killer, ricattatori e uomini senza scrupoli, non è difficile capire perché il peccato sia la costante che lega tutti i racconti della serie.

I fumetti di Sin City sono proposti in forma di racconti brevi, miniserie e volumi. La produzione di Frank Miller, particolarmente prolifica tra il 1993 e il 2000, fu ordinata in seguito con l’uscita di sette capitoli, che non seguono necessariamente una progressione temporale lineare. Questi i titoli originali in inglese, accompagnati dalla traduzione in italiano:

  • The Hard Goodbye - Un duro addio
  • A Dame to Kill For - Una donna per cui uccidere
  • The Big Fat Kill - Un'abbuffata di morte
  • That Yellow Bastard - Quel bastardo giallo
  • Family Values - Affari di famiglia
  • Booze, Broads, & Bullets - Alcol, pupe e pallottole
  • Hell and Back - All'inferno e ritorno

A causa delle sue tematiche forti, Sin City è stata ritenuta fin da subito un'opera controversa. Allo stesso tempo, però, la creazione di Miller è stata apprezzata per le sue soluzioni stilistiche. L’evidente contrasto tra bianco e nero, interrotto talvolta dalla presenza di colori come il blu e il rosso, si accompagna infatti a una grande sensibilità nella costruzione delle varie scene.

Film

Sin City (2005)

Un'immagine tratta dal film di Sin CityHDDimension Films

Cosa succede quando Frank Miller, Robert Rodriguez e Quentin Tarantino si accordano per girare un film? La risposta a questa domanda arrivò nel 2005, quando uscì nelle sale cinematografiche Sin City, opera che racchiude in sé tre delle storie raccontate nei fumetti di Miller, ovvero Un Duro Addio, Quel Bastardo Giallo e Un’abbuffata di Morte. I temi, pertanto, sono quelli tipici della serie: brutti ceffi con il grilletto facile, uomini corrotti e ragazze dalla personalità forte si muovono all’interno di quella grande cattedrale nera che prende il nome di Sin City.

La coerenza stilistica tra il film e i fumetti è data anche dalla collaborazione stretta che Robert Rodriguez, il regista, instaurò con Frank Miller, che ricoprì il ruolo di co-sceneggiatore. Quentin Tarantino, invece, girò solo alcune sequenze dell'episodio chiamato Un’abbuffata di Morte. L’accoglienza del pubblico fu generalmente buona: secondo rilevazioni di Box Office Mojo, infatti, l’incasso globale si attestò sui 158 milioni di dollari, a fronte di un budget di 40 milioni.

Il film si segnala per la presenza di un cast ricco di star e nomi eccellenti, a partire da Bruce Willis e fino ad arrivare ad attori cari a Tarantino, come Michael Madsen. Questi, tra gli altri, alcuni degli artisti coinvolti, accompagnati dal personaggio interpretato nella pellicola:

  • Bruce Willis - John Hartigan
  • Jessica Alba - Nancy Callahan
  • Mickey Rourke - Marv
  • Clive Owen - Dwight McCarthy
  • Elijah Wood - Kevin
  • Rosario Dawson - Gail
  • Benicio del Toro - Jackie Boy
  • Josh Hartnett - Killer
  • Michael Madsen - Bob
  • Devon Aoki - Miho
  • Brittany Murphy - Shellie
  • Carla Gugino - Lucille
  • Alexis Bledel - Becky
La cover del film di Sin CityMiramax

Sin City: Una donna per cui uccidere (2014)

Una scena di Sin City: Una donna per cui uccidereHDMiramax

A quasi dieci anni di distanza dal primo film di Sin City, Frank Miller e Robert Rodriguez tornarono a collaborare in occasione dell’uscita di Sin City: Una donna per cui uccidere. La pellicola prende spunto dall’omonimo capitolo dell’antologia di fumetti di Miller, cui si aggiungono anche due episodi scritti appositamente per il film, ovvero Quella lunga, brutta notte e La grossa sconfitta. Le atmosfere e l’ambientazione sono le stesse del primo capitolo.

La produzione del film ha richiesto un sacrificio economico notevole. La pellicola, infatti, è stata girata in digitale 3D e con un massiccio uso di green screen. Anche per questo, la fase di post-produzione si è dilungata talmente tanto che è stato necessario rinviare il film di oltre un anno, visto che l’uscita originaria era prevista per il 2013. Secondo quanto riporta Deadline questo ritardo, costato circa 20 milioni di dollari, ha spinto il produttore Sergei Bespalov a citare in giudizio Robert Rodriguez. Si è trattato, in effetti, di un rinvio piuttosto dispendioso, considerato il magro incasso finale del film, fermo a 39,4 milioni di dollari.

La donna di cui si parla nel titolo è Ava Lord, impersonata da Eva Green. L’attrice nativa di Parigi è la punta di diamante di un cast che, anche in questa occasione, si presenta ricco di nomi particolarmente noti al grande pubblico:

  • Eva Green - Ava Lord
  • Bruce Willis - John Hartigan
  • Jessica Alba - Nancy Callahan
  • Josh Brolin - Dwight McCarthy
  • Joseph Gordon-Levitt - Johnny
  • Juno Temple – Sally
  • Ray Liotta - Joey
  • Rosario Dawson - Gail
  • Mickey Rourke - Marv
  • Jaime King - Goldie e Wendy
  • Jamie Chung - Miho
  • Lady Gaga - Bertha
Sin City: Una donna per cui uccidere, la cover della versione blu-rayMiramax/Lucky Red

Serie TV

Il progetto di una serie televisiva incentrata su Sin City aveva iniziato a fare capolino già nel 2012. All’epoca, Weinstein Company aveva acquistato i diritti per produrre uno show televisivo ispirato all’opera di Frank Miller, senza però dare seguito all’operazione. Le cose si sono fatte decisamente più interessanti durante lo scorso anno. Così come riporta Deadline, quello che era da considerare un vero e proprio reboot in salsa televisiva dell’opera di Miller avrebbe dovuto essere guidato da Glen Mazzara, executive producer e sceneggiatore di numerosi episodi di serie come The Walking Dead, Life e The Shield. Oltre a Miller e Mazzara, anche Len Wiseman e Stephen L’Heureux avrebbero dovuto far parte della serie TV di Sin City.

La show, secondo le indiscrezioni disponibili all’epoca, si sarebbe discostato in maniera sostanziale dai due film usciti negli anni precedenti, introducendo personaggi mai visti prima di allora a Basin City. L’intero progetto del reboot della serie, però, è naufragato nel momento in cui il produttore Harvey Weinstein, che avrebbe dovuto sostenere economicamente il progetto, è stato accusato di molestie sessuali da diverse attrici.

Harvey Weinstein, accusato di molestie sessuali da numerose attriciHDGetty Images

Il destino della serie di Sin City, pertanto, sembrava segnato. Lo scorso luglio però, come riporta Hollywood Reporter, Frank Miller ha ottenuto la proprietà esclusiva dell’adattamento televisivo della sua opera, così come del primo film di Sin City, uscito nel 2005. L’operazione ha seguito la vendita di Weinstein Company a Lantern Capital Partners per 289 milioni di dollari.

Un'immagine di Sin City: Una donna per cui uccidereHDDark Horse

Pensate che la serie TV di Sin City verrà prodotta prima o poi, e quale dei due film vi è piaciuto di più?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.