FOX

Gli studenti di Cambridge nudi per un calendario a scopo benefico

di -

Gli studenti di Cambridge, o meglio i più sportivi, hanno posato per un calendario senza veli a scopo benefico. Ecco le foto e i dettagli del progetto.

Un'immagine di Cambridge Kevin Low

617 condivisioni 0 commenti

Condividi

Dopo le playmate, i sexy operai e le celebrity del Pirelli, arrivano i calendari di studenti. Gli allievi più sportivi e prestanti dell’Università di Cambridge hanno deciso di posare senza veli per un calendario a scopo benefico.

Il progetto, come riporta The Sun, ha coinvolto le squadre di nuoto, sci, danza rock’n roll, canoa e netball che si sono prestate per alcuni scatti in giro per l’Università e i dintorni.

Li vediamo quindi completamente senza veli in canoa, a praticare uno degli sport del campus, in biblioteca, in un’aula dell’ateneo con i loro outfit sportivi, dai berretti agli sci.

Daily Mail ha riportato alcune foto.

L’organizzatrice è la studentessa Emma Teal, insieme ai compagni Ladislaya Ladanyi, Joanna Moest e Zoe Cohen.

Ci siamo davvero divertiti a fare il calendario, anche se ha comportato perdere molte mattinate, perché dovevamo andare nei luoghi dove non c'erano troppe persone. Sono stata coinvolta in molti progetti di beneficenza nel corso degli anni, dal volontariato al raggiungimento di sfide fisiche per raccogliere fondi.

Ecco la presentazione del calendario.

A nome della società Raising e Giving (RAG) di Cambridge, vi presentiamo: il calendario Naked Blues di RAG! Dopo il successo del nostro calendario 2017, il nuovo calendario 2019 presenta 12 foto degli illustri atleti di Cambridge Blues, che strappano i loro RAG nei loro habitat più naturali, tutti per raccogliere fondi per beneficenza. ATTENZIONE: dopo aver dato un'occhiata a queste pagine patinate, potreste non guardare mai più la bellissima architettura di Cambridge con gli stessi occhi.

Il ricavato andrà appunto a Raising e Giving di Cambridge, un ente interno che raccoglie fondi per varie cause: le associazioni prescelte a cui finiranno i proventi quest'anno sono Beat, Cambridge Rape Crisis Center, Mary's Meal e Papyrus.

Come riporta scherzosamente The Sun, gli studenti di Cambridge non sono nuovi agli exploit senza veli: alcuni di loro, ubriachi, durante i party finiscono nel fiume Cam.

Che ne pensate? Vi piacciono questi scatti?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.