FOX

American Gods, la produzione della stagione 2 della serie TV sarebbe nel caos

di -

La produzione della seconda stagione della serie TV American Gods sarebbe nel pieno caos, in seguito all'allentamento dello sceneggiatore Jesse Alexander, dopo quello di Michael Green e Bryan Fuller.

Una scena di American Gods Starz/Freemantle

33 condivisioni 0 commenti

Condividi

Brutte notizie per i fan di American Gods. La seconda stagione della serie TV basata sull'omonimo romanzo di Neil Gaiman naviga nel caos.

Dopo l'abbandono di Bryan Fuller e Michael Green come showrunner (i due sono anche gli ideatori della serie) principalmente per divergenze creative e di budget con Freemantle e Starz (l'emittente USA su cui va in onda la serie TV, in Italia possiamo vederla su Amazon Video), nello scorso mese di febbraio le cose sembravano essersi messe per il verso giusto. Per il ruolo di sceneggiatore era infatti stato scelto Jesse Alexander

Peccato che, secondo quanto riportato dai media statunitensi, lo stesso Alexander sarebbe stato allontanato, ma non ufficialmente licenziato, dalla direzione di American Gods. Le motivazioni risiederebbero, secondo quanto riportato da Vulture, nella volontà di Neil Gaiman di avere uno show più fedele ai suoi romanzi, cosa che aveva già portato alle famose e già citate divergenze creative con Fuller e Green.

American GodsHDStarz
Una scena di American Gods

Alexander sarebbe stato "relegato" agli aspetti marginali dello show, finendo con l'essere del tutto allontanato da ogni scelta di tipo creativo. Il tutto senza contare il fatto che lo sceneggiatore, prima di essere messo in panchina un mese fa, avrebbe consegnato diverse bozze della stagione finale, tutte rifiutate sia da Freemantle che da Starz.

La produzione è dunque in pausa, con le riprese in ritardo di ben sei settimane e gli attori che non avrebbero ancora ricevuto la sceneggiatura dell'ultimo episodio e quindi del finale di stagione. Con questi ritardi, tutto lascia presagire che la seconda stagione di American Gods non possa andare in onda prima del 2019, a ormai due anni dalla messa in onda della prima.

In merito alla faccenda, un portavoce dell'emittente Starz ha commentato:

American Gods ha una mitologia molto profonda e complessa, così come uno stile visivo unico capace di rendere questa serie TV una delle produzioni più ambiziose del panorama televisivo. Noi confermiamo il nostro impegno a realizzarla per il pubblico. Abbiamo fiducia nel fatto che, quando i fan daranno una prima occhiata alla stagione 2 fra poche settimane al New York Comic Con [che si terrà dal 4 al 7 ottobre, n.d.R.], saranno concordi nel pensare che ne sia valsa l’attesa.

Freemantle ha invece aggiunto:

Sosteniamo le dichiarazioni dei nostri partner del network e condividiamo la loro fiducia nel fatto che la seconda stagione supererà le aspettative. Il nostro cast e la nostra troupe hanno una grande passione per lo show, consegnando qualcosa di fedele al materiale di partenza e alla visione creativa di Neil Gaiman.

American Gods vede come protagonista Shadow, un uomo misterioso rilasciato dal carcere tre giorni prima del termine della sua condanna a tre anni (per una rapina ad un casinò), a causa della morte della sua amata moglie in un incidente stradale. Durante il volo di ritorno verso casa per il funerale della donna, Shadow conosce il misterioso Mr. Wednesday, un uomo che sembra conoscere tutto della sua vita e che gli propone, dietro lauta ricompensa, di lavorare come sua guardia del corpo. Ciò che però Shadow non può immaginare è chi sia davvero lo strano Mr. Wednesday...

Non ci resta che aspettare nuove e più positive notizie. Al momento sembra proprio che i fan di American Gods dovranno attendere il 2019 per potersi gustare la seconda stagione dell'apprezzata serie TV. 

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.