FOX

Maggie Gyllenhaal: un romanzo di Elena Ferrante per il suo esordio alla regia?

di -

Dopo Saverio Costanzo, la febbre Elena Ferrante colpisce anche Maggie Gyllenhaal. L'ex Rachel Dawes de Il cavaliere oscuro vorrebbe infatti debuttare alla regia con l'adattamento di un romanzo della nota autrice italiana.

Primo piano di Maggie Gyllenhaal Getty Images

1 condivisione 0 commenti

Condividi

Maggie Gyllenhaal sta accarezzando l'idea di passare dietro alla macchina da presa. L'attrice ha infatti in mente un esordio alla regia d'effetto: l'adattamento di un romanzo di Elena Ferrante. A rivelarlo è proprio l'ex Rachel Dawes de Il cavaliere oscuro nelle sue dichiarazioni rilasciate a The Wrap.

L'attrice è stata infatti intervistata per il suo ruolo nella serie HBO The Deuce: La via del porno, dove interpreta Candy, una prostituta che cercherà di sfondare nell'industria pornografica nella New York degli anni '70. Un ruolo che sembra averla parecchio ispirata:

Interpretare Candy in The Deuce, la quale diventa poi una regista, mi ha ispirato a dirigere io stessa [un film, n.d.r.]. 

Maggie Gyllenhaal nei panni della prostituta e regista pornografica Candy in The DeuceHDHBO
Candy (Maggie Gyllenhaal), The Deuce

Le parole della Gyllenhaal sono doppiamente importanti: da un lato ci svelano l'arco del suo personaggio, dall'altro ci informano che lei stessa ha intenzione di debuttare dietro la macchina da presa.

Come racconta l'attrice, quella di dirigere è un'esigenza che ha avvertito soltanto di recente:

Quando ho iniziato [a recitare, n.d.r.], nonostante fossi un'amante dei film e una storyteller, pensavo: 'sono un'attrice, metterò al servizio dei progetti la mia capacità di raccontare storie, le mie idee e i miei pensieri attraverso la recitazione. È soltanto di recente che ho sentito l'esigenza di dover andare oltre. Penso che mi piacerebbe dirigere'.

Da qui l'idea di mettere le mani su un romanzo della nostra Elena Ferrante per adattarlo per il grande schermo.

La Gyllenhaal non specifica a quale libro si stia interessando e per il momento ci sono soltanto le sue dichiarazioni, ma è evidente che la narrativa della nota scrittrice partenopea stia riscuotendo un successo notevole anche oltreoceano.

Anche Saverio Costanzo contagiato dalla febbre Ferrante

Il lavoro più noto della Ferrante, L'amica geniale, ha dato inoltre vita ad un'omonima serie in otto episodi diretta da Saverio Costanzo.

Le prime due puntate di quest'ultima sono state recentemente presentate in anteprima 75esima Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia tra le "proiezioni speciali".

Il risultato è entusiasmante e lascia ben sperare, ma per poter rivivere la storia di Lenù e Lila dovremo aspettare fino al 30 ottobre, data in cui sarà rilasciata la serie.
La febbre Ferrante continua!

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.