FoxCrime

Millennium - Uomini che odiano le donne, differenza fra trama del film e del libro

di -

Millennium - Uomini che odiano le donne è un film del 2011 diretto da David Fincher e ispirato al romanzo omonimo di Stieg Larsson. Ecco le differenze principali tra libro e film.

Scena del film Millennium - Uomini che odiano le donne Sony Pictures

1 condivisione 0 commenti

Condividi

Diretto da David Fincher nel 2011, Millennium - Uomini che odiano le donne è il secondo adattamento cinematografico del romanzo Uomini che odiano le donne (Män som hatar kvinnor) dello scrittore svedese Stieg Larsson e primo capitolo di una trilogia nota come Millennium.

Il romanzo aveva già ricevuto un primo adattamento nel 2009 con il film Uomini che odiano le donne (Män som hatar kvinnor) uscito nei cinema svedesi nel 2009 e diretto da Niels Arden Oplev

Il remake hollywoodiano di Fincher vanta un cast internazionale di tutto rispetto, che vede come protagonisti gli attori: Daniel Craig, Rooney Mara, Christopher Plummer e Stellan Skarsgård

La pellicola è ambientata in Svezia nel 2006 e comincia con un uomo anziano che riceve un fiore incorniciato da un mittente che preferisce rimanere anonimo. Incontriamo, poi, Mikael Blomkvist (Craig), un giornalista di 40 anni che dirige la rivista Millennium con Erika Berger, insieme alla quale tratta gli scandali che investono il mondo politico e quello dell'imprenditoria. Per via del suo lavoro finisce con il denunciare l'industriale Hans Erik Wennerstrom per gravi reati, ma perde la causa e viene infine condannato per diffamazione. Conosciamo poi Lisbeth Salander (Rooney Mara), una brillante ma riservata hacker, però legalmente interdetta, alla quale viene dato il compito di indagare su Mikael Blomkvist per conto di Dirch Frode, legale della famiglia Vanger.

Poiché il suo tutore viene colpito da un malore, a Lisbeth viene assegnato un nuovo avvocato che si rivela talmente sadico, da usare la sua posizione per estorcerle favori sessuali. Finisce con l'essere stuprata, ma riesce ad organizzare una trappola grazie a cui marchia, con un tatuaggio, di infamia colui che le ha fatto del male. Nel frattempo Henrik Vanger, l'anziano che ha ricevuto il fiore incornicato, chiede a Mikael di risolvere il mistero della scomparsa della sua pronipote Harriet, avvenuta nel lontano 1966. Henrik ha il sospetto che Harriet sia stata assassinata da un familiare ed ogni anno riceve da un misterioso mittente lo stesso regalo che era solita fargli proprio Harriet...

Come per ogni adattamento cinematografico, esistono sempre delle differenze, grandi o piccole che siano, con il romanzo originale che ha ispirato il film. Scopriamo, insieme le differenze principali tra Millenium - Uomini che odiano le donne e il romanzo di Larsson che l'ha ispirato.

Uomini che odiano le donneAmazon
Il romanzo Uomini che odiano le donne

Millennium - Uomini che odiano le donne: le differenze principali fra trama e libro

  • Come si incontrano Blomkvist e Lisbeth: Nel libro Blomkvist dice a Frode di avere bisogno di un assistente nella ricerca. Sapendo che il lavoro di Lisbeth Salander è di gran qualità, Frode confida accidentalmente a Blomkvist l'indagine di fondo che la stessa Lisbeth aveva eseguito su di lui. Mikael gli chiede di vedere il rapporto. Mentre lo esamina, trova un documento che era presente solo sul suo computer, rendendosi conto di come Lisbeth sia quindi un hacker. Poi si presenta a casa sua per offrirle un lavoro. Nel film, invece, Lisbeth invia una e-mail a Mikael spiegando il significato che si nasconde dietro il diario dei numeri telefonici. Quindi traccia l'e-mail e si presenta a casa sua.
  • Nel film, a differenza che nel libro, ci sono più personaggi-chiave che potrebbero aver commesso il crimine. Invece di più membri della famiglia con molteplici possibili motivi, gli unici Vangers che contano ai fini dell'individuazione dell'assassino sono Henrik e Martin e, naturalmente, Frode. Altri Vangers, tra cui Harold, Cecilia e Isabella, sono a malapena presenti. Non manca, ad ogni modo, la tensione, sebbene sia più semplice in questo modo rendersi conto di chi sia davvero l'assassino.
  • Nel libro Harriet è una bruna naturale ma si tinge i capelli biondi dopo essere scappata. Nel film, invece, Harriet è bionda.
  • Nel libro Lisbeth ha 24 anni, mentre nel film ha un anno in meno.
  • Nel romanzo di Larsson Lisbeth ha percing al naso e ad entrambe le sopracciglia. Nel film di Fincher, invece, l'hacker ha l'orecchino ad un solo sopracciglio e il piercing ad un labbro.
  • Nel libro Erika e Mikael redigono un comunicato stampa insieme negli uffici di Millennium. Dopo averlo diffuso, passano il weekend a letto insieme. Nel film Lisbeth si presenta a casa del giornalista.
  • Nel libro Dragan Armansky è attratto da Lisbeth e si prende cura di lei, mentre nel film appare semplicemente come il suo capo.
  • Nel romanzo Mikael ha una relazione sessuale con Cecilia Vange, cosa che non accade nel film.

Cosa ne pensate di questo adattamento in stile hollywoodiano di Uomini che odiano le donne? 

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.