FOX

Come si scelgono gli attori delle Serie TV durante i casting?

di -

Come vengono scelti gli attori durante i casting? Lo spiega Hollywood Reporter, riportando le esperienze dei direttori di casting delle serie più recenti.

Da Glow a The Good Doctor, ecco come sono stati scelti gli attori delle serie TV attuali Hollywood Reporter

17 condivisioni 0 commenti

Condividi

Ogni appassionato di cinema e serie TV se lo sarà domandato almeno una volta nella vita mentre guardava la sua serie tv preferita: con quale criterio si sceglie un attore? Come si svolgono i casting di una produzione cinematografica o televisiva? 

Per domande del genere non esiste una risposta universale. Ogni produzione cinematografica o televisiva deve essere sempre intesa come un organico perfetto, unico e funzionante in maniera indipendente. In questo organico, i direttori dei casting ricoprono un ruolo di notevole rilevanza. Con la loro esperienza infatti devono riuscire ad individuare l'interprete migliore per ogni personaggio, in modo da avere una migliore resa possibile sullo schermo. I casting non seguono regole precise, in quanto ogni direttore ha il suo metodo e soprattutto opinioni e riserve sui candidati e sulle loro doti recitative. 

Per questo motivo, il periodico Hollywood Reporter ha intervistato alcuni direttori di casting di diverse case di produzione (ABC, Netflix, Starz) che hanno rivelato di come sono riusciti a trovare le attrici e gli attori che più si adattavano ai ruoli indicati e di come si sono svolte le loro audizioni. 

GLOW (Netflix) 

Alison Brie durante una scena di GlowHDGetty Images
Alison Brie, interprete di Ruth Wilder

Fiore all'occhiello di casa Netflix, la serie GLOW ha avuto un inaspettato successo specialmente in Europa, dove ha raggiunto milioni di spettatori ed ottenuto innumerevoli feedback positivi. Ambientata negli anni '80, la serie racconta le vicende di Ruth Wilder (interpretata da Alison Brie), un'attrice disoccupata che decide di partecipare ad un reality show sul wrestling pur di avere visibilità. Insieme ad altre 13 wrestler, Ruth sarà allenata da Sam Sylvia, un regista fallito di B-movie che, nonostante il suo atteggiamento scorbutico e maschilista, insegnerà alle ragazze a rinascere dalle loro ceneri e a farsi strada nel mondo del wrestling. 

Trovare attori e attrici adatti alla storyline non è stato facile. Come già anticipato infatti, la serie è ambientata nella Los Angeles degli anni '80 e trovare degli attori giovani capaci di immedesimarsi nel periodo storico in cui si svolgono i fatti narrati, non è stata un'impresa da poco, così come racconta Jennifer Euston, direttrice casting di GLOW: 

Avevo bisogno di trovare 14 donne e un uomo che si immedesimassero nel tempo e nel luogo della storia, avevo bisogno di trovare attori etnicamente e fisicamente diversi tra di loro. La resistenza fisica e l’agilità erano delle componenti essenziali per i personaggi della serie, motivo per cui, il reparto stunt mi ha consigliato di testare non solo le capacità attoriali delle candidate, ma anche la loro forza fisica. Come previsto, molte attrici hanno dato letture grandiose ai personaggi, ma non avevano i requisiti fisici di cui avevamo bisogno.

Barry (HBO)

Immagine promozionale della nuova serie HBO BarryHDGetty Images
Il protagonista Bill Hader ed Henry Winkler, portagonsti della nuova serie HBO Barry

La nuova serie HBO interpretata da Bill Hader narra la storia di Barry, un ex marine del Midwest che si ritrova malvolentieri a lavorare come sicario. Arrivato a Los Angeles per assassinare un brillante attore, l'uomo viene completamente rapito dalle scene teatrali hollywoodiane e decide così di abbandonare il mestiere di sicario e cambiare vita. Nonostante i buoni propositi però, il passato di Barry ostacolerà le sue nuove aspirazioni. 

Scritta e interpretata da Bill Hader, la serie presenta 6 protagonisti principali, tra cui Stephen Root, Glenn Flesher ed Henry Wrinkler. Ed è proprio di quest'ultimo che le direttrici del casting Sharon Bialy e Sherry Thomas si sono invaghite, tanto da andare contro i produttori pur di averlo nello show.

A tal proporsito proprio Sharon Bialy ha dichiarato in seguito: 

La prima volta che abbiamo suggerito Henry Winkler, molti membri della produzione hanno storto il naso, pensavano fossimo delle pazze squilibrate a pensare che Wrinkler potesse andare bene per la parte. Ma dal suo canto, Henry ha davvero dato il meglio di sé all’audizione e per un attore del suo calibro, ciò non è scontato. Ha dimostrato una grande intelligenza nel dar prova delle sue capacità recitative e intrattenitive, nonostante fosse un attore navigato. Credo sia stato questo a fare la differenza per la produzione.

The Good Doctor (ABC)

The Good Doctor, Freddie Highmore in una scena della serie TVHDGetty Images
Freddie Highmore nei panni di Shaun Murphy in una scena della serie TV The Good Doctor

Creata da David Shore, la serie ABC riprende la storyline dell'omonima serie sudcoreana del 2013. Shaun Murphy è un giovane chirurgo affetto dalla sindrome del savant, che abbandona la vita di campagna per unirsi ad un team di chirurgia pediatrica in un ospedale di San Jose. Il ragazzo, nonostante la sua brillante carriera medica, riscontra serie difficoltà nell'instaurare rapporti sociali con chi lo circonda, motivo per cui utilizza le sue straordinarie doti mediche per salvare vite e superare i pregiudizi dei colleghi. 

Kim Coleman, direttrice del casting per ABC, dopo un'attenta valutazione dei candidati, ha scelto Freddie Highmore, già protagonista di Bates Motel. Il suo scopo era quello di trovare un attore protagonista che mettesse d'accordo non solo i direttori artistici, ma l'intera produzione, e di fare in modo che tutti i personaggi si unissero in un unico corpo recitativo.

Questo pilota non aveva attori collegati, ma il mio scopo non era solo quello di trovare un attore principale, ma anche quello di far sì che tutti gli attori del cast si completassero l'un l'altro, come una sola unità, non come un gruppo di individui, perché questo è uno spettacolo d'insieme. La parte più impegnativa del casting è trovare un singolo attore su cui tutti possano essere d'accordo. Freddie Highmore è stato presentato dal suo agente per il ruolo di Shaun Murphy e lui era un candidato originale, ma aveva appena completato Bates Motel, quindi non eravamo sicuri se volesse tornare subito a una serie. Avevamo alcuni buoni candidati sul posto, ma alla fine riuscire ad avere Freddie a bordo è stato il massimo. Ho capito subito che dovevo presentare attori che fossero solidi, versatili e che avessero la possibilità di lavorare con lui. Un’altra sfida sembrava essere il personaggio del Dr. Glassman, ma Richard Schiff è stato da subito una nostra scelta unanime.

Casa Howard (BBC)

Casa Howard, i protagonisti in una scena della serie TVHDGetty Images
Una scena dalla serie TV Casa Howard

Prodotta da BBC, Casa Howard è una miniserie composta da 4 puntate basata sul romanzo di E. M. Forster e riprende le vicende di Margaret e Helen Schlegel, due sorelle che, alla soglia del ventesimo secolo, sono tutt'altro che convenzionali. Indipendenti e focalizzate sulla loro vita e sulla propria realizzazione personale, le giovani ragazze saranno travolte da intrighi, fraintendimenti ed eventi inaspettati mentre il mondo intorno a loro continua ad evolversi. 

Questa miniserie non è il primo riadattamento cinematografico del capolavoro di E. M. Forster. Un primo adattamento cinematografico infatti risale al 1992 per cui, ancor prima dell'inizio delle riprese, era chiaro alla produzione che si sarebbe dovuto lavorare tanto per fare in modo che il progetto non emulasse il film uscito nelle sale 25 anni prima.

Per questo il lavoro di Rachel Freck, direttrice del casting della serie, è stato più impegnativo del previsto. Il suo scopo era quello di trovare attori camaleontici, in grado di immedesimarsi nei personaggi fisicamente e idealmente. La stessa Freck afferma:

La sfida era: come non far sembrare il progetto una copia del film precedente? Dovevamo trovare persone che facessero sembrare quell'epoca reale. Le sorelle Schlegel erano decisamente lungimiranti, una sorta di inizio del movimento femminista - spiriti liberi, in particolare Helen. Dovevamo trovare attori che sarebbero stati così. Abbiamo scoperto che molte ragazze delle scuole di recitazione che erano abbastanza intelligenti da dare un senso al dialogo non potevano sentirsi libere di spirito, passionali, in anticipo sui tempi, donne liberali. Philippa Coulthard, che è australiana, si è tuffata nel ruolo in maniera del tutto disinibita, portando sullo schermo qualcosa di diverso. Ha capito quello che stava dicendo, e ha dato un senso a ciò che diceva, ma ha avuto quel pizzico di passione per cui le nostre ragazze inglesi limitate stavano lottando.

E voi che ne pensate? Immaginavate delle meccaniche così complesse dietro la scelta del cast di una serie TV?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.