FOX

Death Stranding, nuovi dettagli sulle mani di Norman "Sam" Reedus

di -

Quello delle connessioni sarà uno dei temi portanti di Death Stranding, prossimo videogioco firmato Hideo Kojima. Lo svela la stessa Kojima Productions attraverso alcuni tweet ufficiali.

Norman Reedus è la star di Death Stranding Kojima Productions

1 condivisione 0 commenti

Condividi

Death Stranding non è solo uno dei videogiochi più attesi di sempre, ma anche quello più misterioso.

L'ultima opera firmata da Hideo Kojima - la prima dopo il divorzio da Konami e da Metal Gear Solid - gioca con le menti e i cuori degli appassionati. Lo stesso autore ha recentemente ammesso che scoprire Death Stranding poco a poco è parte integrante dell'esperienza, per altro dopo aver mostrato al grande pubblico il trailer E3 2018 - un filmato alquanto criptico, naturalmente. 

I più curiosi ed impazienti saranno però felici di sapere che, tramite alcuni post su Twitter, Kojima Productions è tornata a parlare dei temi portanti di Death Stranding, focalizzandosi questa volta sulle mani di Sam, il protagonista del gioco interpretato da Norman Reedus, già star del serial TV The Walking Dead. Mani che custodiscono un significato simbolico, legandosi al tema della connessione

Dal social dell'uccellino si legge:

La mano destra e la sinistra sono immagini speculari della stessa cosa. In ogni caso, non sono perfettamente identiche, infatti non possono essere sovrapposte del tutto. Questo fenomeno si chiama chiralità e un oggetto dotato di questa caratteristica è detto chirale.

La compagnia giapponese si è poi spiegata con un parallelismo culturale:

Per fare un esempio, nel Buddismo unire le mani per pregare ha un significato simbolico: la mano destra è quella di Buddha, mentre quella sinistra appartiene alla persona che sta pregando. Quando le due mani vengono unite si diviene un tutt'uno con Buddha. In molte culture, stringersi la mano simboleggia amicizia reciproca. Tuttavia, le mani che sono immagini chirali l'una dell'altra non possono stringersi. Che cosa faresti se non potessi più "tenere per mano"? Come vivresti in un mondo che non è più connesso?

Una delle grandi riflessioni affrontante dal ''papà'' di Solid Snake in Death Strandig toccherà dunque le connessioni umane e quelle più intimiste, mentre stando ad una teoria non ancora confermata da Kojima ci sarà spazio anche per i buchi neri.

Death Stranding in uscita su PS4 e PS4 ProKojima Productions
Non c'è ancora una data di uscita per Death Stranding

Anche voi non vedete l'ora di saperne di più su questa promettente esclusiva per PlayStation 4?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.