FOX

Cannes: Carey Mulligan tra la vita selvaggia e il rifiuto di Twitter

di -

Sbarca a Cannes una delle attrici più attese sulla Croisette, Carey Mulligan, protagonista del film di Paul Dano Wildlife, e con l'avversione per Twitter

Cannes: Carey Mulligan tra la vita selvaggia e il rifiuto di Twitter Getty Images

18 condivisioni 0 commenti

Condividi

Carey Mulligan è arrivata a Cannes per presentare Wildlife, il film in cui è protagonista insieme a Jake Gyllenhaal, diretta da Paul Dano al suo esordio alla regia. Ambientato negli anni '60 il film è un drama che è stato acclamato nella selezione ufficiale della Semaine de La Critique, la settimana della critica che si è aperta proprio con il film statunitense. 

Wildlife è una storia di famiglia, amore e tradimenti visto con gli occhi innocenti del figlio che vede i suoi genitori separarsi. Il ruolo della Mulligan è quello che generalmente in questa tipologia di racconto spetta all'uomo. E' lei a tradire il marito e ad essere colpevole della rottura della propria famiglia.

L'attrice era inoltre presente a Cannes per gli incontri Woman in Motion Talks organizzati da Variety, discussioni che da anni affrontano vari argomenti che hanno al centro le donne e il mondo dell'intrattenimento.

Durante l'incontro l'attrice ha sottolineato come sia spesso raro trovare ruoli del genere per le donne:

E' raro vedere una donna fallire sullo schermo, e spesso mi dicono di non interpretare ruoli in cui non sono carina e simpatica, pare che piaccia di meno al pubblico. Quando scelgo un ruolo lo faccio però per le potenzialità dello stesso e per quello che mi trasmette, e permette di trasmettere al pubblico

Dal MeToo alla lotta al gender pay gap

La Mulligan è una delle poche della sua generazione ad aver avuto la possibilità di interpretare ruoli in grandi produzioni hollywoodiane, come Il Grande Gatsby, e ruoli da protagonista nel cinema indie americano, da Drive in cui era al fianco di Ryan Gosling, fino a Shame, in cui interpretava la sorella del protagonista Michael Fassbender. 

Iconica DriveHDNicolas Winding Refn
Iconica scena di Drive con Carey Mulligan e Ryan Gosling

Nonostante il successo raggiunto relativamente presto spesso non si è sentita trattata al pari dei suoi colleghi maschi, per questo ha combattuto per avere un compenso equo, al pari delle sue controparti sul set. Quello dell'equità nei pagamenti per la Mulligan dovrebbe essere uno degli argomenti centrali che il movimento #MeToo dovrebbe portare avanti, non solo per le attrici ma per tutte le professioni nel mondo dell'intrattenimento. 

L'avversione per i social network

Dopo anni di gavetta ha deciso che continuerà a recitare e che difficilmente, almeno nell'immediato futuro, non passerà dall'altro lato della telecamera:

Decisamente non passerò alla regia, perché è troppo complesso come lavoro, e non ho le capacità per poterlo fare ora, e forse mai.

L'attrice si tiene bene a distanza inoltre dal mondo social, e durante l'incontro presso l'Hotel Majestic ha raccontato perché ha deciso di non iscriversi a Twitter (il paradosso? Variety ha condiviso la risposta video proprio sul social network incriminato:

Il film Wildlife sarà prossimamente distribuito in Italia dalla Sony Pictures.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.