FOX

La classifica dei 10 migliori film sugli zombie

di -

Dagli anni '40 ai giorni nostri: ecco 10 capolavori del genere zombie, da recuperare o da vedere e rivedere.

Una celebre immagine di Zombi di Romero Koch Media

525 condivisioni 0 commenti

Condividi

Lo zombie-movie, che ci ha regalato moltissimi titoli validi fin dagli anni '30 (ma l'antesignano risale addirittura al 1919, con il capolavoro espressionista Il Gabinetto del Dottor Caligari), è stato declinato in vari sottogeneri.

Dallo splatter all'horror-punk, dalla parodia alla rivisitazione storica, il genere zombie ha visto proliferare versioni più o meno originali (e credibili) delle creature ufficializzate nel genere zombie-movie classico dalla filmografia di George A. Romero.

Tutti i suoi film, quindi, vanno rigorosamente visti e analizzati dagli amanti del genere. Ciò premesso, ecco la classifica con i migliori film sugli zombie che rientrano nei canoni dello zombie movie classico.

Titoli come Pontypool o il recentissimo I famelici, senz'altro validi e ricchi di originalità, restano quindi esclusi. Qui vogliamo stilare la top ten degli imperdibili, le pietre miliari. I film che gli appassionati del genere conoscono a memoria, anche quando possono sorprendere come il numero 9 in classifica...

10. Resident Evil (2002)

Non è solo rappresentativo di una delle saghe di videogame più amate e giocate di sempre: è anche rappresentativo di come gli elementi classici dello zombie movie si sposino alla perfezione con l'avventura, trasformando un survival movie tratto da un videogioco nella storia di un'eroina destinata a lasciare il segno.

La Alice di Milla Jovovich, che vedremo nei numerosi sequel, è il sunto di molti predecessori che, proprio negli zombie movie, hanno messo in luce il meglio degli esseri umani alle prese con una situazione inspiegabile, inaccettabile e terrificante.

Per questo il decimo posto in classifica - per un film che denuncia lo strapotere delle multinazionali e i loro sporchi segreti - è riservato all'opera scritta e diretta da Paul W.S. Anderson.

9. Train to Busan (2016)

Non molti conosceranno questo titolo, data la sua uscita piuttosto recente ma soprattutto la mancata distribuzione su larga scala.

Presentato in Italia al Trieste Science+Fiction Festival del 2016, questo horror sudcoreano è la perfetta incarnazione moderna dello zombie movie nel senso più classico del termine.

Intrappolati a bordo di un treno mentre un'epidemia zombie invade il paese, i passeggeri del treno che viaggia da Seoul a Busan dovranno fare appello a tutto il loro coraggio per riuscire a sopravvivere al viaggio. E all'arrivo troveranno di peggio...

Tensione alle stelle, colpi di scena, effetti speciali degni di nota: Train to Busan ha tutto quello che serve per essere annoverato fra i migliori zombie movie mai girati.

8. Paura nella città dei morti viventi (1980)

Fra i molti titoli di culto diretti da Lucio Fulci (menzione d'onore a Zombi 2), ho scelto questo perché ripropone le atmosfere classiche alla Romero senza dimenticare di mixarle a dovere con gli elementi tipici del cinema dell'indiscusso maestro italiano del genere.

Fulci scrive e dirige la storia di una città che si trova improvvisamente di fronte all'inferno in Terra: i morti risorgono, dando la caccia ai vivi, scatenati dal suicidio di un ecclesiastico.

Come dire: quando perfino i servi di Dio gettano la spugna, per il resto del mondo c'è ben poco da sperare...

7. 28 giorni dopo (2002)

Ecco l'unica eccezione in classifica rispetto al classico zombie: qui gli infetti corrono. E sono più ammalati (infetti, appunto) che morti viventi.

Ma il film di Danny Boyle, in tutto il resto, rende omaggio al cinema romeriano raccontandoci come gli esseri umani, quando dovrebbero solo unirsi per combattere un nemico comune, riescano a tirare fuori il peggio. Arrivando a toccare il fondo... E scavando.

Ma tre giovani sopravvissuti - perché i giovani rappresentano la speranza per il futuro - dimostreranno che anche quando tutto sembra perduto, l'umanità trova il modo di andare avanti. Imperdibile. Ed eguagliato dal sequel 28 settimane dopo, che tratta in modo diverso - ma con uguale efficacia - gli stessi temi.

6. Ho camminato con uno zombie (1943)

Dal maestro indiscusso del noir, Jacques Tourneur, un grande classico a cui Wes Craven s'ispirerà per il suo capolavoro (lo trovate qui in classifica).

I misteri della magia voodoo, l'immancabile tormentata storia d'amore e il sapiente uso delle ombre per creare un'atmosfera che terrorizzò il pubblico dell'epoca: ecco gli elementi che fanno di questo film non solo un capolavoro del genere ma anche una pietra miliare degli anni '40.

Da recuperare assolutamente, sforzandosi di entrare nella mentalità dell'epoca.

5. La notte dei morti dementi (2004)

Shaun of the Dead (parodia di Dawn of the Dead, il titolo originale di Zombi di Romero) è indubbiamente un film esilarante. Ma è anche uno zombie movie classico.

I morti viventi che infestano Londra, senza alcuna spiegazione definitiva - come da tradizione - sono creature stupide, lente, ma inarrestabili.

Proprio come i loro antagonisti umani, che non sempre brillano per intelligenza, non sempre si muovono velocemente ma non mancano di risultare inarrestabili. Soprattutto quando uno zombie si mette fra loro e la maledetta routine quotidiana in cui si erano rinchiusi. Volontariamente.

Imperdibile. Da vedere e rivedere. Scritto, diretto, prodotto e interpretato da Simon Pegg ed Edgar Wright.

4. Benvenuti a Zombieland (2009)

Un'altra commedia, e un altro zombie movie classico. Superiore alla pellicola con Simon Pegg di cui abbiamo appena parlato per un semplice motivo: al contrario della storia di Shaun, Zombieland - attraverso la viva voce del protagonista Columbus - si propone di raggiungere quell'universalità di contenuti tipica dell'opera romeriana.

Nella terra desolata in cui i morti dominano, i nomi propri non esistono più e la ricerca di una merendina diventa ragione di vita, i protagonisti di Zombieland (Jesse Eisenberg, Woody Harrelson, Emma Stone e Abigail Breslin) ci spiegano come sopravvivere agli zombie.

E come ricominciare a fidarsi degli altri.

3. Il serpente e l'arcobaleno (1988)

Bill Pullman interpreta uno degli indiscussi capolavori della cinematografia di Wes Craven, maestro dell'horror la cui opera ha lasciato il segno in tanti sottogeneri diversi.

Ispirato, come anticipato, a Ho camminato con uno zombie - con le atmosfere noir di Tourneur e le radici della narrazione che affondano nei riti voodoo di Haiti, dov'è ambientata la vicenda - Il serpente e l'arcobaleno è un lungo incubo visionario che ci parla del dominio del male.

Un male di natura totalmente, completamente umana, trasformato dalla magia in una terrificante avventura soprannaturale.

Basato sul libro di Wade Davis, ma soprattutto su una lunga tradizione horror che Craven cita a memoria.

2. La notte dei morti viventi (1968)

A sorpresa, non conquista la vetta della classifica. Non perché non sia uno dei migliori zombie movie di sempre, e non perché non sia il titolo che ha inaugurato ufficialmente il genere, dettandone i canoni classici. No.

Il motivo per cui ho deciso di mettere al secondo posto il film che Romero ha girato nei weekend con un budget di poco superiore ai 100mila dollari è molto più semplice: con il suo secondo titolo, 10 anni dopo, Romero ha addirittura superato sé stesso.

Restando una pietra miliare non solo del genere ma del cinema in generale, La notte dei morti viventi si focalizza esclusivamente sulle qualità morali dei personaggi alle prese con la sopravvivenza dopo l'inspiegabile risveglio dei morti.

Mentre Zombi, il suo sequel in termini di ideali, si spinge oltre. E stiamo per vedere come.

1. Zombi (1978)

Ambientato nel tempio del consumismo, un grande centro commerciale (di quelli che negli Usa già c'erano ai tempi in cui noi potevamo solamente immaginarli), Dawn of the Dead è il sunto di tutto ciò che lo zombie movie vuole raccontarci e di come ce lo vuole raccontare.

Un gruppo di sopravvissuti si rifugia nel luogo perfetto per sopravvivere: un luogo in cui cibo e ogni genere di prima necessità non manca. Un luogo in cui i protagonisti s'illudono di potersi ricostruire una parvenza di vita normale mentre, là fuori, si è scatenato l'inferno.

Quando non ci sarà più posto all'inferno, i morti cammineranno sulla Terra.

Ma, come sempre accade nell'opera romeriana, non sono loro, gli zombie, i veri mostri. L'illusione del rifugio sicuro crolla quando arrivano gli uomini, gli sciacalli, gli unici in grado di superare le barriere che i morti viventi, limitati nei gesti e nell'ingegno, sfondano solo grazie all'esempio del'uomo.

Inarrivabile capolavoro del genere, Zombi ha visto nel 2004 l'uscita di un remake (che manteneva il titolo originale, Dawn of the Dead, diretto da Zack Snyder) in cui le tematiche principali volevano essere le stesse ma le dinamiche interne al gruppo, l'eccessiva superficialità nella psicologia di alcuni personaggi e la presenza di zombie diversi (i "corridori" degli anni 2000) hanno fatto naufragare gli ottimi intenti. 

Resta l'intrattenimento, ma siamo molto, davvero molto lontani dall'originale. Che resta il migliore film a tema zombie di tutti i tempi.

Condividi

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.