FOX

[Spoiler!]

Il cameo di Ed Sheeran in Game of Thrones 7 [SPOILER]

di -

Dopo che David Benioff e Dan Weiss hanno annunciato la presenza di Ed Sheeran in Game of Thrones 7, ecco tutto quello che c'è da sapere sul cameo del cantante.

Ed Sheeran in concerto a Glastonbury

342 condivisioni 23 commenti 5 stelle

Share

Nella notte tra domenica 16 e lunedì 17 luglio 2017, su Sky Atlantic è andata in onda l'agognata première di Game of Thrones 7 ed è stato subito chiaro che la nuova stagione ripagherà la lunga attesa dei fan.

Tra colpi di scena, sorprese e dialoghi in cui nulla è lasciato al caso, le emozioni non sono mancate.

Ma se non siete tra coloro che hanno puntato la sveglia alle 3 per guardare l'episodio, vi consigliamo di pazientare ancora po' e di non proseguire con la lettura dell'articolo per evitare anticipazioni.

Attenzione! Possibili spoiler!

Ed Sheeran in GoT 7: un cameo pieno di significato

Che Ed Sheeran avrebbe preso parte a Game of Thrones 7 non era un mistero

David Benioff e Dan Weiss hanno svelato che il cantante avrebbe fatto un cameo nella nuova stagione in occasione del South by Southwest (SXSW) di Austin, in Texas, e l'interprete di Shape of You ha rivelato alcuni dettagli sulla sua parte nel corso di un'intervista al Daily Mail. 

Ma i fan non si aspettavano di vederlo comparire sullo schermo nel primo episodio.

Invece, ancora una volta e nonostante le anticipazioni, la serie HBO è riuscita a prendere in contropiede il suo pubblico, regalando a Ed un piccolo, ma memorabile ruolo pieno di significato.

Ed Sheeran in Game of Thrones 7HDHBO
Ed Sheeran è un soldato dei Lannister in Game of Thrones 7

Dopo avere portato a termine la sua vendetta contro Casa Frey, Arya è in viaggio verso Approdo del Re, quando a un tratto si imbatte in un manipolo di soldati che vestono le insegne dei Lannister. La piccola guarnigione è seduta intorno a un fuoco e uno di loro sta cantando una canzone.

A intonarla è proprio Ed Sheeran, che quando sente nitrire il cavallo della giovane Stark si ferma e si volta a guardarla. La ragazza reagisce prontamente, dicendo che si tratta di una bella melodia e che non l'ha mai udita prima e il militare risponde dicendo che "è nuova". Una battuta che in molti hanno inteso come un riferimento ironico alle numerose volte in cui nella serie si è sentita The Rains of Castamere.

Ma la canzone nasconde un significato decisamente più importante.

I lettori delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco avranno probabilmente riconosciuto nella melodia Hands of Gold, la ballata utilizzata dal menestrello Symon Silver Tongue per ricattare Tyrion durante la sua relazione con Shae.

GoT: Tyrion e ShaeHDHBO
Tyrion e Shae in Game of Thrones

Nei libri, la prostituta non viene data a Sansa come serva per giustificare la sua presenza ad Approdo del Re e il "Folletto" la incontra in segreto in una casa dove vive nascosta.

Una volta in cui Tyrion si reca nei suoi alloggi, trova con lei proprio Symon Silver Tongue, che lo riconosce immediatamente. L'uomo decide di sfruttare la scoperta a suo vantaggio, scrivendo una canzone che allude più che chiaramente alla relazione tra Tyrion e Shae e minacciando di eseguirla in pubblico:

Perché era il suo tesoro segreto, la sua vergogna e la sua benedizione. A nulla valgono una catena e un maniero in confronto al bacio di una donna. Sempre fredde sono le mani d'oro, sempre calde quelle di una donna.

Il significato della prima parte è immediato, mentre quello della seconda può risultare ostico per chi non ha letto i libri. Diversamente che nella serie TV, nei romanzi il Primo Cavaliere non indossa solo una spilla con una mano d'oro, ma una catena di mani d'oro intrecciate. E per una tragica ironia della sorte (e il sadismo di George R. R. Martin) è proprio con quella di suo padre Tywin che Tyrion uccide Shae quando la trova nel letto del genitore (mentre in TV la strangola con la collana che le aveva regalato lui).

Tyrion uccide ShaeHBO
Game of Thrones: il momento in cui Tyrion uccide Shae

Il fatto che Ed canti la ballata di Symon Silver Tongue ha indotto molti fan a domandarsi se il cantante non sia proprio il bardo. Tuttavia, i fatti cui fa (o farebbe) riferimento la canzone sono avvenuti molto tempo prima e introdurre ora il personaggio (pure decontestualizzato) non avrebbe molto senso.

Piuttosto, Vanity Fair si è spinta a ipotizzare un'altra teoria, decisamente accattivante: e se le mani d'oro delle quali parla la ballata fossero una sola, di genere diverso e appartenente a un altro Lannister? Del resto, anche Jaime ha un "tesoro segreto", che è "la sua vergogna e la sua benedizione", e i soldati incontrati da Arya dimostrano di non avere grande simpatia per i "leoni" di Westeros.

Se così fosse, Symon Silver Tongue avrebbe ancora spazio in Game of Thrones e... anche Ed Sheeran!

Certo, con la sicurezza (o quasi) di avere i giorni contati. Perché ricattare Jaime, ma soprattutto Cersei, non sembra un'azione che possa condurre a un lieto fine...

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.