FOX

Cannes 70, in concorso Julianne Moore e Michelle Williams

di -

18 maggio. Prima giornata di concorso a Cannes 70, prime stelle hollywoodiane pronte a far girare la testa a fan e fotografi: Julianne e Michelle Williams sono le regine del red carpet.

Julianne Moore a Cannes 70

30 condivisioni 0 commenti 5 stelle

Share

Sono passati 15 anni quando Lontano dal Paradiso lanciò definitivamente Julianne Moore nell'olimpo delle grandi attrici hollywoodiane, dopo una carriera fitta di successi e collaborazioni. Il suo grande ruolo indimenticabile era frutto di una collaborazione con Todd Haynes, il raffinato regista di Carol e Io Non Sono Qui. È semplice intuire come mai tutte le attenzioni di stampa e pubblico oggi siano dirette a uno dei due film in gara, un melò musicale intitolato Wonderstruck. Il film infatti riunisce la premia coppia Haynes/Moore al cinema.

Julianne Moore e Michelle Williams sulla Croisette

Se già questa coppia di grandi del cinema basterà ad attrarre le attenzioni dei cinefili, ci sono parecchi motivi per cui attendere con ansia l’arrivo del film in sala. Questa produzione Amazon studios è infatti basa su un romanzo illustrato del 2011 di Brian Selznick (quello di Hugo Cabret). La pellicola racconta la fuga di una giovane che scappa di casa per incontrare il suo idolo, un’attrice del cinema muto, e di un ragazzo che fugge a New York alla ricerca di una risposta, dopo la morte della padre e l’incombente dipartita della madre. I due viaggi dei protagonisti, entrambi sordomuti ed entrambi guidati da un segnalibro, sono raccontati simultaneamente e diventeranno a poco a poco un unico grande racconto: quello della nascita di un museo.

Sul red carpet sia Julianne Moore sia Michelle Williams hanno lasciato il segno ma quest’ultima ha impressionato in molti per la sua performance di una madre single vicina alla morte. Il film ha però mancato di unire la critica come fece Carol: l’impressione generale è che, pur vibrante e ricercato, il tocco di Haynes mal si sposi con un genere tanto distante dalla sua precedente produzione.

Senza amore, disperatamente: Loveless a Cannes 70

Il secondo film in gara oggi è decisamente meno glamour, ma non per questo meno atteso dai cinefili. Il primo dei due film russi in gara quest'anno ha già raccolto critiche per lo più positive, anche se davvero in tanti hanno sottolineato quando il regista Andrej Zvjagincev calchi la mano sulla drammaticità della storia. 
Loveless racconta della drammatica scomparsa di un ragazzino, figlio di una coppia pronta a divorziare e rifarsi una vita. Sia il padre che la madre hanno dei nuovi compagni e dei progetti e in nessuno sembra rientrare il figlio del primo matrimonio. Una notte, dopo un furioso litigio tra i due, il bimbo scompare. I genitori saranno costretti ad affrontare il baratro istituzionale e personale delle loro vite e delle responsabilità, in una delle pellicole più dure che vedremo dalla Croisette di quest'anno. 

Un valido candidato alla Palma d'Oro? È ancora troppo presto per dirlo, ma ha colpito i critici. 

Attrici e attori dietro la cinepresa a Cannes 70

È la giornata degli attori che si cimentano alla regia oggi, 18 maggio 2017. Nelle sezioni collaterali troviamo non uno, bensì due film diretti da nomi noti per le loro interpretazioni: da una parte c'è il forte monito di Vanessa Redgrave (che abbiamo di recente visto ne Il Segreto) sul tema dei migranti (e non sarà l'unico film in Croisette ad affrontare questa tematica attualissima), l'altro è The Dark of the Night, film che porta in Croisette in veste di regista Robin Wright. Si tratta, come per la pellicola presentata ieri da Kristen Stewart, di un corto. L'occasione però è stata comunque ghiotta per Robin Wright, che ha parlato anche di Wonder Woman e della nuova stagione di House of Cards. 

Cannes 70, Robin Wright sulla Croisette rivela novità su Wonder WomanHDGettyImages
Robin Wright sulla Croisette...nei panni di regista!

Oggi si apre anche il concorso della sezione delle giovani promesse e dei grandi cinefili, Un Certain Regard. L'apertura spetta proprio a un film diretto da un attore! Mathieu Amalric, dopo aver sfilato ieri sul red carpet di Les Fantômes d’Ismaël, torna in veste di regista con Barbara, film dedicato all'omonima cantante francese. I ben informati puntano molto sulla pellicola di Amalric, che secondo pettegolezzi dell'ultima ora avrebbe dovuto addirittura passare in concorso, ma è stata poi esclusa per via del gran numero di pellicole francesi presenti. 

Cosa ci riserverà domani la Croisette? Lo scoprirete domani nello speciale giornaliero dedicato a Cannes 70. Un indizio: Tilda Swinton

Share

Vota

Commenta

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Leggi di più.