FOX

[Spoiler!]

Deadpool 2: gli sceneggiatori parlano di Cable, di nuovi personaggi e del futuro del franchise

di -

Gli sceneggiatori di Deadpool 2 hanno rivelato una serie di succosi dettagli su Cable e sul futuro del franchise, anticipando l'ingresso di nuovi personaggi.

Deadpool e Cable nei fumetti Marvel

351 condivisioni 2 commenti 5 stelle

Share

Deadpool 2 arriverà al cinema nel 2018, ma la febbre per il secondo capitolo delle avventure del "Mercenario Chiacchierone" è già altissima.

Dopo lo short film proiettato nei cinema USA prima di Logan, a far aumentare l'hype ci hanno pensato gli sceneggiatori, Rhett Reese e Paul Wernick.

In una serie di interviste rilasciate durante il tour promozionale per lo sci-fi Life, i 2 hanno parlato di Cable, di nuovi personaggi e del futuro del franchise, rivelando dettagli succosi.

Deadpool 2: le ultime notizie su Cable e i piani per il futuro

Cable, il figlio di Ciclope e di Madelyne Pryor (clone di Jean Grey), è senza dubbio la "new entry" più attesa di Deadpool 2.

Nell'Universo Marvel, il gigantesco mutante fa sovente coppia con Wade Wilson (insieme, i 2 sono anche protagonisti della serie a fumetti Cable & Deadpool) e i fan non vedono l'ora di scoprire come sarà nel film diretto da David Leitch e in che modo interagirà con il "Mercenario Chiacchierone".

A tale proposito, Rhett Reese ha rivelato a ComingSoon.net:

Attenzione! Possibili spoiler!

Ryan interpreta Deadpool in modo un po' effeminato e penso che possa essere divertente in contrapposizione alla super mascolinità di Cable. Questo aspetto sarà tenuto presente nel casting, nella recitazione, nella rappresentazione del personaggio, nel suo abbigliamento e in altre cose del genere.

Lo strano duo composto da Deadpool e CableHDMarvel Comics
La strana coppia: Deadpool e Cable

Lo sceneggiatore non ha lasciato trapelare nulla circa l'interprete di Cable, ma in un'altra intervista a Comic Book ha affermato che la scelta sarebbe questione di giorni:

La lista è corta, molto corta. A breve sarà comunicato il nome. Inizieremo a girare tra un paio di mesi e il cast sarà annunciato velocemente.

Tuttavia, parlando del papabile candidato, Reese ha finito con il condividere qualche indizio sull'attore che vestirà i panni di Nathan Summers e sul personaggio: 

Attenzione! Possibili spoiler!

Deve essere minaccioso e spaventoso, complementare alla follia [di Deadpool, n.d.r.]. Qualcuno dotato di aplomb inglese, che possa tenere testa a un tizio fuori controllo. Con senso dell'umorismo. Deve essere divertente, perché farà squadra con Ryan e Deadpool. Insieme devono essere divertenti in modo un po' più serio, per quanto possa significare. Deve essere qualcuno imponente fisicamente e capace di comunicare emozioni. Drammatico e affascinante, all'occasione bastardo. Un vero duro.

La descrizione si adatta abbastanza bene a David Harbour (lo sceriffo Hopper di Stranger Things), che al momento sarebbe la prima scelta per il figlio di Ciclope, ma non esclude neppure Pierce Brosnan (immortalato in una foto con Ryan Reynolds e Hugh Jackman) e Russell Crowe, accreditati come altri 2 contendenti al ruolo di Cable.

David Harbour di Stranger ThingsHDGetty Images
David Harbour sarà Cable?

Chi sarà scelto? Per il momento ancora non si sa, ma colui che si aggiudicherà la parte entrerà a far parte di un progetto che non si limita al solo Deadpool:

20th Century Fox ha bisogno di qualcuno che possa portare avanti il fanchise. Hanno in cantiere X-Force. Cable è il leader dell'X-Force, quindi deve essere qualcuno che possa essere il leader di un franchise. Si tratta di un ruolo importante e siamo andati a caccia [della persona giusta, n.d.r.] per molto tempo. Credo che quando annunceremo il nome, la gente impazzirà.

E a proposito dell'ampliamento dell'universo del "Mercenario Chiacchierone", Reese ha dichiarato a LRM:

Cable e Domino [che sarà interpretata da Zazie Beetz, n.d.r.] hanno monopolizzato i titoli dei giornali su Deadpool, ma ci sono altri personaggi per ora ignoti che i fan dei fumetti conoscono e che introdurremo perché abbiamo bisogno di un nuovo cattivo e di nuovi alleati per Deadpool. 

Deadpool 2: analogie e diversità con lo short film prima di Logan

Dopo aver dichiarato che lo short film proiettato nei cinema USA prima di Logan è una cosa a sè rispetto a Deadpool 2, Rhett Reese è tornato sull'argomento chiarendo il modo in cui il video si differenzia dalla pellicola vera e propria:

A dire la verità, è un po' più assurdo. Un trama dove [il supereroe, n.d.r.] lascia morire un uomo innocente mentre cerca di indossare il costume non è adatta a un film. Non funzionerebbe nella logica di un film, ma Deadpool ci offre l'opportunità di infrangere le regole. Sempre. Semplicemente, abbiamo pensato: 'Facciamo un cortometraggio stupido di qualcosa che non accade a Deadpool'. Non vogliamo seguire nessuna logica prestabilita. Anche il tono può diventare più assurdo, se ci accorgiamo che è divertente. 

All'opposto, Paul Wernick ha spiegato che il sequel avrà diversi punti in comune con l'originale, dall'umorismo irriverente e graffiante ai sentimenti:

Attenzione! Possibili spoiler!

Il cuore di Deadpool erano la storia d'amore e le emozioni e nel seguito vogliamo offrire al pubblico le stesse cose in maniera diversa.

Il nuovo regista David Leitch e il successo di Deadpool

Nel corso dell'intervista a ComingSoon.net, Rhett Reese e Paul Wernick hanno parlato anche del nuovo regista David Leitch (subentrato a Tim Miller) e delle ragioni del successo della prima pellicola di Deadpool.

A proposito dell'eclettico film-maker (anche stuntman, attore e produttore, oltre che "papà" di John Wick), Wernick ha dichiarato:

Ogni regista porta con sè il proprio approccio al materiale. Dave è un regista meraviglioso con grandi idee. È uno che di azione se ne intende. Fa sembrare i suoi colleghi registi di film action di un'altra epoca. Un'epoca molto lontana nel tempo. Abbiamo completamente abbracciato la sua mentalità e stiamo scrivendo il film tenendone conto.

Reese, invece, si è tolto qualche sassolino dalla scarpa, spiegando che secondo lui il primo capitolo delle avventure di Wade Wilson "ha fatto il botto" - come si suol dire - non solo per la sua fama di film scandaloso:

Penso che un sacco di gente abbia voluto vederlo perché aveva rating R. Pur essendo abbastanza d'accordo, credo che Deadpool avrebbe avuto successo anche con rating PG-13, perché la sua forza è il suo protagonista. Non basta applicare una 'R' per trasformare un film in qualcosa di buono. È una concausa. Penso che la gente attribuisca a questo aspetto troppo valore. Detto questo, la possibilità di infrangere le regole con un rating R ci ha aiutati.

Share

Vota

Commenta

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Leggi di più.