FOX

[Spoiler!]

Hugh Jackman aveva in mente un finale diverso per Logan [SPOILER]

di -

Hugh Jackman nell'ultimo e intenso Wolverine ha commosso i fan ed esaltato la critica. Ma l'attore avrebbe preferito un finale diverso: ecco quale.

Un primo piano di Hugh Jackman

1864 condivisioni 13 commenti 5 stelle

Share

Gli ultimi istanti di Hugh Jackman nel ruolo di Wolverine dopo 17 anni di onorate interpretazioni sono stati poetici e intensi. I fan che hanno già visto Logan, il film di James Mangold attualmente nelle sale, hanno apprezzato l'addio del personaggio. Ma Jackman inizialmente avrebbe preferito un finale diverso.

Attenzione! Possibili spoiler!

La morte di Wolverine era davvero l'idea migliore per farlo uscire di scena? Sicuramente è la più efficace sul piano dell'impatto emotivo, ma era davvero l'unica possibile? L'attore avrebbe preferito un finale meno netto, più chiaroscurale e possibilista. Cinema Blend ha riportato le sue dichiarazioni.

È sempre stato nell'aria che Logan potesse morire. Io avevo detto 'Cerchiamo di essere aperti a tutto, perché potrebbe essere più potente se lui non morisse'.

Il finale di Hugh Jackman, di matrice eastwoodiana

La tesi di Hugh Jackman si appoggiava a uno dei suoi film preferiti, Gli Spietati (1992) di Clint Eastwood: secondo l'attore, guardare William Munny tornare alla propria vita normale dopo aver ucciso svariate persone era un finale grandioso e indimenticabile, più efficace che la classica morte finale.

Hugh Jackman nei panni di LoganHD20th Century Fox
Cala il sipario su Logan

Rimanere vivo con un peso emotivo di questo genere, secondo Hugh Jackman, sarebbe stata la soluzione migliore.

Invece non è andata così.

James Mangold è rimasto convinto del finale "cinematografico", più d'impatto e meno di sfumature. Il regista non aveva dubbi sulla fine che avrebbe dovuto fare Logan. A Yahoo l'attore ha riportato che ci sono state molte discussioni sul finale del film ma Mangold non si è spostato di un millimetro dalle proprie idee.

Hugh Jackman e James Mangold a BerlinoHDGetty Images
Hugh Jackman con il regista James Mangold

La funzione della morte di Logan

Col senno di poi, l'interprete ha ammesso che il regista ha fatto bene a insistere sulla propria visione. La morte per Logan è stata un'esperienza (ovviamente) inedita ma soprattutto una grande rivelazione.

James [Mangold] è sempre stato certo di quel finale e aveva ragione. A differenza di un personaggio umano, ciò che è più toccante per chi è stato pensato come indistruttibile è che muoia dicendo: "Ecco come ci si sente".

Ovviamente non sapremo mai se il finale voluto da Hugh Jackman (che non è mai stato girato) sarebbe stato più efficace di quello che abbiamo visto. Ma di certo vedere la fine di Logan - finalmente abbandonato alle proprie ferite - meravigliosamente vulnerabile e intenso è stato un momento indimenticabile.

Parte del merito è da attribuire all'interpretazione di Hugh Jackman, che ha dato un tocco profondo e delicato al crepuscolo del suo Logan. Probabilmente, con la qualità della performance che ha regalato l'attore protagonista, anche un finale in cui Logan si fosse allontanato camminando verso l'orizzonte avrebbe avuto un impatto sorprendente.

Voi cosa ne pensate? Quale finale avreste preferito vedere?

Vota anche tu!

Che finale avresti voluto per Logan?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Share

Vota

Commenta

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Leggi di più.