FOX  

Norman Reedus ammette: girare la stagione 7 di TWD è stata dura per me

di -

Non è stato un inizio di stagione facile per il personaggio di Daryl Dixon in The Walking Dead. Per il suo interprete Norman Reedus è stata altrettanto dura.

Daryl Dixon prigioniero di Negan nella stagione 7 di The Walking Dead

1270 condivisioni 0 commenti 5 stelle

Share

Se dovessimo trovare il periodo peggiore di Daryl Dixon in The Walking Dead sicuramente sceglieremmo i primi 7 episodi della stagione 7. Il centauro è stato umiliato e torturato, fisicamente ma soprattuto psicologicamente. Una parte non facile da recitare, pure per un attore navigato come Norman Reedus.

Daryl Dixon prigioniero dei Salvatori

In un'intervista rilasciata a The Talking Dead, talk show satirico in onda in America dopo The Walking Dead, Reedus ha affermato quanto è stata dura girare scene così complesse e cariche di tensione.

È stata davvero difficile per me ma per fortuna c'era Melissa (Carol) a darmi supporto. Dovevo interpretare un Daryl frustrato e ridotto a un non nulla, non è proprio stata facile.

Ma veniamo ai tempi più felici, a quel abbraccio tra Daryl e Rick avvenuto nell'ultimo episodio, il mid season finale.

Tutti sul set piangevano mentre io e Andrew giravamo la scena dell'abbraccio. C'era una forte emotività, era un momento davvero toccante.

Ma il suo vero pensiero è sempre andato a Maggie, divenuta vedova anche per colpa di Daryl che, con un attacco sconsiderato a Negan, ha scatenato la furia del leader dei Salvatori facendolo scagliare contro il malcapitato Glenn.

Spero mi perdoni per quello che ho fatto, è stato un gesto evitabile. Dovevo tenere a freno i miei istinti.

Quale futuro attende il tormentato Daryl? Lo scopriremo a partire dal 13 febbraio in prima visione assoluta su FOX con i nuovi episodi di The Walking Dead.

Share

Vota

Commenta

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Leggi di più.